Visita guidata di Gorizia

Gorizia - ponte sull'IsonzoUna visita guidata di Gorizia, città dove la vita scorre lenta ed ogni calice di vino è un tuffo nel passato e nella storia; città a misura d’uomo,  chiamata ai tempi dell’Austria-Ungheria la “Nizza Austriaca” per il suo clima e i suoi parchi;  ricca di tradizioni e sapori mitteleuropei dove confluiscono due delle più importanti vie di comunicazione con l’Est Europa: la Valle dell’Isonzo e la Valle del Vipacco.

La visita del Borgo Castello di Gorizia, con i Musei Provinciali e il Museo della Grande Guerra, custodi della storia antica e moderna, al Duomo, alla chiesa di S. Ignazio e ai numerosi palazzi storici che fanno bella mostra di sé. Non può mancare una visita guidata a Villa Coronini con il suo parco, uno degli angoli di paradiso capace di regalare un’atmosfera quasi magica con le sue palme, il tempietto e le statue greche; palazzo Attems – Petzenstein con le sue sale decorate da stucchi e affreschi.

Una sosta alla Piazza della Transalpina per ricordare i tragici eventi della Seconda Guerra Mondiale, dopo l’occupazione tedesca e quella delle truppe jugoslave, quando la città diventò la “Berlino sull’Isonzo” con un muro che divideva l’Europa Orientale da quella Occidentale. Oggi il muro è scomparso e la piazza è diventata il simbolo dell’Europa Unita.

Grande guerra

A Trieste e a Gorizia, allora parti dell’Impero Austro-Ungarico,  la Prima Guerra Mondiale inizia nel 1914. Quando l’Italia entra in guerra nel maggio 1915, il fronte dell’Isonzo diverrà teatro, fra il 1915 e il 1918, di 12 sanguinose battaglie che si concluderanno con la disfatta di Caporetto.

Ad un secolo di distanza le nostre visite guidate vi faranno ripercorrere i territori della Grande Guerra sull’altopiano carsico, attraverso itinerari nei luoghi in cui sono ancora visibili resti di trincee e di costruzioni militari, come Monte san Michele, Monte Sei Busi, Dolina dei Bersaglieri  e a  San Martino del Carso, paese in cui il poeta Giuseppe Ungaretti, arruolato nell’esercito italiano, scriverà le sue liriche  più toccanti.

Interessante e consigliata è inoltre la visita guidata  al sacrario di Redipuglia e ad altri monumenti dedicati alle vittime di questo sanguinoso conflitto, nonché ai musei della Grande Guerra che custodiscono gli oggetti attraverso i quali le nostre guide ricostruiranno la vita dei soldati.

Grado – visite guidate

Grado - Santa EufemiaL’Isola d’Oro, stretta tra la laguna ed il mare, a pochi chilometri da Aquileia, Grado è conosciuta per le sue spiagge dorate e le proprietà terapeutiche delle sue acque termali. Visitate questa suggestiva cittadina in compagnia della nostra guida, perdetevi lungo le sue calli e ritrovatevi a Campo dei Patriarchi, dove potete visitare due splendide basiliche paleocristiane impreziosite da antichi sontuosi mosaici, la Basilica di Santa Maria delle Grazie e la Basilica di Santa Eufemia, continuando la visita anche all’interno del Battistero tre le due chiese. L’itinerario di visita guidata a Grado vi condurrà anche sul Lungomare Nazario Sauro, dove in una bella giornata tersa potrete abbracciare con lo sguardo un bellissimo scorcio dell’Adriatico e del Carso, fino al Castello di Miramare, a Trieste e, oltre, la costa istriana.

A meno di mezz’ora di navigazione potrete raggiungere  l’Isola di Barbana,  oasi di pace e tranquilla riflessione. Nel mezzo dell’isola  sorge la chiesa mariana con un’enorme cupola ed un alto campanile, visibili da tutta la laguna,  circondata da un bosco dove all’ombra di antichi alberi si potrà fare una pausa dal nostro quotidiano vivere frenetico, in uno splendido e silenzioso scenario tra cielo e mare.